logo-legalmedLo studio svolge attività di consulenza medico-legale, sia in campo giudiziale che extragiudiziale, con particolare riferimento alle problematiche previdenziali, della responsabilità professionale medica ed in ambito psichiatrico-forense. Lo studio svolge attività di consulenza per primarie Compagnie di assicurazione, tra cui Generali-AssitaliaToroAXAUnipolSaiLloyd’s. Svolge anche attività di consulenza in tema di Clinical Risk management per aziende sanitarie pubbliche e private.

La medicina legale si occupa dei rapporti tra la medicina e la legge, insieme alla medicina sociale fa parte della medicina pubblica. Si suddivide in medicina giuridica, che si occupa dell’evoluzione del diritto, dell’interpretazione delle norme e della loro applicabilità dal punto di vista medico e in medicina forense, che utilizza la medicina al fine di accertamento di singoli casi di interesse giudiziario.

L’attività di gestione del rischio clinico (Clinical Risk Management) si occupa di identificare, prevenire e gestire il rischio di errore in ambito sanitario, con il fine di migliorare la qualità delle prestazioni sanitarie e garantire la sicurezza degli utenti. L’errore o evento avverso è l’insuccesso di una azione pianificata (errore di esecuzione) o l’uso di pianificazione non corretta per raggiungere un obiettivo (errore di pianificazione). Gli errori sono da differenziare dalla malpractice, perchè mentre i primi sono considerati compiuti in buona fede o come infortuni, la malpractice è la conseguenza di una colpevole negligenza, imperizia e imprudenza dell’operatore che può avere severe conseguenze penali e/o civili. Lo sviluppo di modalità di gestione del rischio (Risk Management) favorisce un approccio culturale diverso che, non tende alla colpevolizzazione del singolo, ma alla ricerca dei fattori determinanti all’interno dell’organizzazione. Reason ha introdotto il modello del formaggio Svizzero, secondo cui l’errore evidente è causato da un susseguirsi di azioni che, in particolari situazioni, superano i vari meccanismi di controllo, strati difensivi. In medicina le categorie più frequenti di errore sono: errori diagnostici (diagnosi non corrette poste dopo un esame clinico o l’esecuzione di procedure con il supporto di tecnologie), errori di medicazione (effettuati nel prescrivere, dispensare, somministrare un medicamento), errori terapeutici (effettuati nel corso della terapia) errori di prevenzione, altro (es. errata o assente comunicazione).